Con ingresso principale al civico 6 della via Conte Cabrera, ma talmente vasto da raggiungere piazza Duomo su cui prospetta fra i numeri civici 24 e 27 si ammira il palazzo Arezzo di Donnafugata, bell’esempio di abitazione nobiliare ancora in buono stato di conservazione.

Era la dimora ufficiale della nobile famiglia prima del trasferimento nel più lussuoso palazzo di Corso XXV Aprile.
Dalla classica pianta rettangolare e dalla semplice impostazione si presenta elegante nelle linee intonate al pieno stile neoclassico.
In muratura di pietra calcarea squadrata e intonacata tradizionalmente dal colore bruno presenta sul prospetto principale (quello di via Conte Cabrera) un portone d’ingresso da cui si accede ad un cortile dove una scalinata a tenaglia in pietra pece con ringhiere in stile neoclassico, al centro della quale c’è un portale ad arco con stemma di famiglia, conduce al livello superiore. Nell’ampio cortile ai lati si aprono gli accessi alle stalle ed ai magazzini.

Pur se all’edificio sono state apportate sostanziali modifiche, rimane integro il salone da ballo caratterizzato da cinque porte d’accesso e contenente ancora gli arredi originali. All’interno la pavimentazione è in pietra pece e calcare con intarsi, sostituita solo in parte e di recente con marmi.
Oltre al piano nobile sulla piazza si apprezza un livello attico circondato da una lunga inferriata che nasconde un insolito motivo a colonnine.
Le volte sono decorate. Conserva ancora mobili, tappeti, tendaggi e parati dello scorso secolo. La cappella – altare interna realizzata in origine con pietra pece, calcare e cotto in seguito è stata rammodernata con l’inserimento di marmi policromi.

Categorie: Palazzi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *