Cerca il tuo alloggio
Nome

Località

Tipologia

San Bartolomeo


La chiesetta di San Bartolomeo sorge isolata sulla collinetta di fronte al quartiere della Mocarda ed è facilmente accessibile sia dalla strada che dalla Via Risorgimento porta ad Ibla, sia attraverso una buona scalinata che si diparte dal sottostante quartiere.

Fu edificata all'inizio del XVII secolo ed è citata per la prima volta nella visita pastorale di Monsignor Platamone del 1642. La tradizione, ma solo la tradizione, dice che sorse sui luoghi del tempio pagano dedicato a Ercole Melkarte da cui per corruzione prese poi il nome il quartiere sottostante, Mocarda. Una grotta sottostante la chiesa (adibita per un certo tempo a stalla) potrebbe ricollegarla, invece, ad un eremo poi evoluto a chiesetta.

La chiesetta si presenta con una semplice struttura , ad ambiente unico e con una piccola cappella posta a destra e dedicata a Santa Marta, di cui esisteva una statua. Sempre dalle cronache si apprende dell'esistenza di una statua dello stesso San Bartolomeo posta sull'altare maggiore e di un quadretto della Madonna della Catena. Degli altari rimangono i resti. Presenta un piccolo campanile datato 1696 in cui è una piccola campana e da ciò si desume che non fosse del tutto crollata con il terremoto del 1693 tanto da esser ricostruita in breve tempo.

Assunta al patrimonio comunale, è stata recentemente restaurata.
La Vallata di Santa Domenica

La vallata di santa domenica ripresa dall'alto in una soleggiata domenica di ottobre! un tempo gli abitanti della Ibla fortificata, uscendo da porta valter, andavano proprio lì a prendere l'acqua!

Ragusa con Montalbano

Giorno 22 e 29 Febbraio due nuovi episodi del Commissario Montalbano, la cui produzione è terminata in agosto 2015, saranno trasmessi in TV.

Ragusa. Ibla, Scicli e tutto il territorio Ragusano di nuovo in scena!

 

 

No_page Pagina 1/23 Next