Cerca il tuo alloggio
Nome

Località

Tipologia

Palazzo Maggiore

In piazza Duomo, fra i numeri civici 19 e 23, ultimo fra le costruzioni della piazza e prima del Circolo di Conversazione , il palazzo Maggiore, bell'abitazione patrizia realizzata a cavallo fra il XVIII ed il XIX secolo; di sicuro esistente nel secolo precedente, anzi preesistente al terremoto, fu ricostruito per adattarlo alla scenografia della nascente piazza principale.

In origine era anch'esso della famiglia La Rocca Ingrassotta (che in piazza vantava altre residenze ), ma per le difficoltà economiche in cui versava lo vendette al marchese Tommaso Maggiore nel 1850; a quella data fu eseguito un primo rimaneggiamento con demolizione di buona parte degli ambienti (rimangono solo l'ingresso, lo studio ed il salone ed in particolare di questi ultimi due i pregiatissimi pavimenti di ceramica policroma di Caltagirone del settecento con disegni a colori blu cobalto e giallo; sembra che tutta la pavimentazione fosse in questo stile tranne i pavimenti di un paio di vani che erano di calcare e pece con intarsi e arabeschi).
Con ulteriori lavori si ebbe la sostituzione dei pavimenti e la creazione dei servizi con modifica dello schema delle stanze per cercare di rendere l'abitazione più funzionale alle moderne esigenze.
L'edificio, a pianta rettangolare, presenta due livelli. Realizzato nella tradizionale muratura calcarea, con conci squadrati legati da malta e intonacato a calce e pietra macinata, presenta un prospetto dal colore bruno-rosato. Bella la balaustra di ferro battuto con motivi lineari quanto le ringhiere dei balconi che richiamano il gusto neoclassico. Il tetto è a falde e con coppi siciliani.
Vi si accede da un grande portone centrale al prospetto che si apre su un atrio con colonne e volte a crociera; la scala, a tre rampe in pietra pece, si sviluppa attorno al cortile interno. Le volte sono a botte di canne e gesso e presentano decorazioni; il salone di rappresentanza conserva arredi in stile dello scorso secolo.
Lo stemma della famiglia è presente sia nell'androne che in un altare-cappella che si trova in uno dei saloni.

La Vallata di Santa Domenica

La vallata di santa domenica ripresa dall'alto in una soleggiata domenica di ottobre! un tempo gli abitanti della Ibla fortificata, uscendo da porta valter, andavano proprio lì a prendere l'acqua!

Ragusa con Montalbano

Giorno 22 e 29 Febbraio due nuovi episodi del Commissario Montalbano, la cui produzione è terminata in agosto 2015, saranno trasmessi in TV.

Ragusa. Ibla, Scicli e tutto il territorio Ragusano di nuovo in scena!

 

 

No_page Pagina 1/23 Next