Cerca il tuo alloggio
Nome

Località

Tipologia

Palazzo Di Quattro

Lungo la via Orfanotrofio, con accesso dal civico 43, confinante con la chiesa di Sant'Antonino , il palazzo Di Quattro oggi si presenta in buono stato di conservazione, ma con rifacimenti che lo hanno allontanato dal vecchio stile tardo barocco con cui era nato a favore di un gusto neoclassico.

Sull'area di un edificio preesistente al terremoto fu fatto costruire nel settecento dal duca Arezzi di San Filippo e solo in seguito ceduto alla famiglia Di Quattro dalla quale oggi prende il nome.
L'edificio, dalla mole imponente ma dalla struttura semplice e tradizionale, è caratterizzato dalla lunga facciata che presenta aperture principali e secondarie in stile tardo barocco; al livello superiore su una lunga e inconsueta unica balconata, sostenuta da quarantanove mensole, sette porte-finestre con frontoni triangolari. Aste porta lampade in ferro battuto sono ubicate all'esterno.
La pianta rettangolare si sviluppa attorno ad un cortile interno. L'ampio atrio, caratterizzato da tre archi a tutto sesto, immette nel cortile in fondo al quale c'è una scenografica scalinata a più rampe che conduce ad un portico con colonne dorico-romane e da cui si accede agli appartamenti. Su questa facciata interna in stile neoclassico spicca lo stemma della famiglia. All'interno le volte sono a botte di canne e gesso ed i pavimenti in pece e calcare ed in alcune stanze in ceramica di Caltagirone policroma del XVIII secolo. Le pareti presentano stucchi e affreschi e risultano dipinti anche le sopraporte. L'arredo consiste in tendaggi e tappeti francesi dell'ottocento, specchi e suppellettili antiche di varie epoche e stili.

La Vallata di Santa Domenica

La vallata di santa domenica ripresa dall'alto in una soleggiata domenica di ottobre! un tempo gli abitanti della Ibla fortificata, uscendo da porta valter, andavano proprio lì a prendere l'acqua!

Ragusa con Montalbano

Giorno 22 e 29 Febbraio due nuovi episodi del Commissario Montalbano, la cui produzione è terminata in agosto 2015, saranno trasmessi in TV.

Ragusa. Ibla, Scicli e tutto il territorio Ragusano di nuovo in scena!

 

 

No_page Pagina 1/23 Next